Rottamazione scooter roma

Come rottamare una moto o uno scooter

Quando arriva il momento di rottamare una moto o uno scooter è meglio essere preparati e conoscere in anticipo sia i costi che la procedura da seguire, in modo da poter sbrigare la pratica il più velocemente possibile e senza commettere errori.

Noi di Rottamazioni Auto Roma mettiamo a disposizione il servizio di rottamazione scooter e moto gratis su Roma e provincia.
Ma prima vogliamo farvi conoscere nel dettaglio le spese ed ipassaggi necessari nel caso voleste demolire la vostra moto autonomamente.

Indice:

  1. Perché rottamare il proprio scooter?
  2. Differenza tra moto e ciclomotore
  3. Rottamare una moto
  4. Quanto costa rottamare una moto
  5. Come rottamare un ciclomotore
  6. Come evitare i costi della rottamazione
  7. Vuoi rottamare la tua moto o il tuo scooter gratuitamente? La soluzione è Rottamazioni Auto Roma!

1. Perché rottamare il proprio scooter?

Se la demolizione è propedeutica all’acquisto di una nuovo scooter o moto elettrica o ibrida, si può scegliere se usufruire dell’Ecobonus del Governo. In tal caso, infatti, toccherà al rivenditore occuparsi della rottamazione del vostro mezzo, liberando l’acquirente da tutte le tediose pratiche burocratiche. In alcuni periodi dell’anno possono essere gli stessi produttori di motocicli a proporre incentivi per l’acquisto di nuove moto (anche non elettriche) con contestuale rottamazione del vostro vecchio veicolo a due ruote.
Se invece volete acquistare una nuova moto con motorizzazione tradizionale non potrete usufruire dei bonus, ma potreste avere necessità di demolire il vostro vecchio scooter per far spazio al nuovo.

Andiamo a scoprire di più sul mondo degli incentivi relativi alla rottamazione auto 2021.

2. Differenza tra moto e ciclomotore

Prima di iniziare con le procedure per la rottamazione della propria mezzo bisogna sapere cosa si sta rottamando, infatti la procedura da seguire sarà diversa a seconda che si tratti di:

  • motociclo (cilindrata superiore a 50 cm³ e velocità massima oltre 45 km/h)
  • ciclomotore (cilindrata non superiore a 50 cm³ e velocità massima entro 45 km/h). I ciclomotori, infatti, non sono beni registrati al PRA e pertanto seguono un iter per la demolizione un po’ più snello e anche i costi sono inferiori.

3. Come rottamare una moto

Per rottamare una moto bisognerà rivolgersi a un centro di demolizione autorizzato o, come detto sopra, al rivenditore/concessionario dove abbiamo intenzione di acquistare la nostra nuova moto. Insieme alla moto andranno consegnate anche:

  • le targhe;
  • la carta di circolazione;
  • il certificato di proprietà (cartaceo o digitale).

Il gestore del centro di demolizione o il concessionario vi rilasceranno un certificato di rottamazione provvisorio, che vi solleverà da ogni responsabilità futura dal momento della sua consegna e successivamente, entro 30 giorni dalla consegna provvederannoo alla cancellazione della moto dal PRA. In seguito alla radiazione del motociclo dal PRA viene a cessare l’obbligo del pagamento del bollo auto.

Attenzione: qualora la moto sia in fermo amministrativo, per procedere alla rottamazione si dovrà prima cancellare il fermo pagando l’importo dovuto!

4. Quanto costa rottamare una moto

I costi previsti dalla legge vigente per la demolizione di una moto prevedono il pagamento di:

  • 13,50 Euro di emolumenti ACI;
  • 32,00 (o 48,00) Euro di imposta di bollo (l’importo cambia in base all’utilizzo del certificato di proprietà o del modello NP3C).

Inoltre è previsto un esborso supplementare per l’eventuale trasporto della moto se questa non più in grado di circolare, fino al centro di demolizione o al concessionario.

5. Come rottamare un ciclomotore

Per la rottamazione di un ciclomotore (ricordiamo che è classificato ciclomotore un motoveicolo, motorino o scooter con cilindrata non superiore a 50 cc e velocità massima entro 45 km/h), il proprietario dovrà presentare a la richiesta di radiazione per la demolizione agli uffici della Motorizzazione Civile su modello TT 2118 (puoi scaricare il modulo cliccando qui) allegando inoltre:

  • copia del proprio documento di identità;
  • codice fiscale (nel caso di una società serve l’autocertificazione con il numero di iscrizione alla Camera di Commercio);
  • il certificato di circolazione in originale;
  • la documentazione rilasciata dal centro di demolizione o rivenditore;
  • la ricevuta del versamento di 10,20 Euro sul c/c postale 900;
  • la ricevuta del versamento di 32,00 Euro sul c/c postale 4028;
  • se il richiedente è minorenne, copia di un documento di riconoscimento di un genitore o del tutore con firma olografa.

6. Come evitare i costi della rottamazione

Se non vuoi incorrere nei costi della rottamazione di una moto o di uno scooter la soluzione è rivolgerti a noi di Rottamazioni Auto Roma!
Rottamare la tua moto o il tuo scooter
sarà veloce e facile grazie alla nostra esperienza. Siamo da te in 30 minuti, non avrai brutte sorprese, extra o tariffe nascoste.
La nostra esperienza è al tuo servizio, gestiremo per te le pratiche dell’Automobile Club Italia Fiumicino che quelle del PRA.
Otterrai assistenza e una soluzione a qualsiasi tuo problema.

Affidati a professionisti del settore e rottama la tua moto o il tuo scooter con noi.
Siamo disponibili tutti i giorni, 24 ore su 24.
Inviaci una mail a info@rottamazioniautoroma.com o contattaci ai nostri recapito telefonici o WhatsApp.

Grazie alla nostra competenza ed esperienza riusciremo a farvi risparmiare tempo e preoccupazioni, seguendoti in ogni fase della rottamazione, sia dal punto di vista logistico che burocratico.
Possiamo effettuare il ritiro dello scooter al vostro indirizzo o intervenire direttamente con il nostro carroattrezzi in caso di incidente su strada.

Alla consegna del motoveicolo, consegneremo immediatamente il certificato di rottamazione provvisorio in modo tale che non dobbiate avere più alcuna responsabilità sul mezzo da rottamare.
successivamente trasportiamo lo Scooter in un centro di autodemolizione autorizzato dalla Regione Lazio dove inizierà il processo di demolizione e recupero dei materiali riciclabili.
Seguirà l’avvio della pratica di rottamazione, con comunicazione all’ACI e radiazione dello scooter dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA).
Ottenuto il via libera, ovvero quando la cancellazione del veicolo si è conclusa, inviamo al cliente il certificato di rottamazione definitivo.

Hai bisogno di rottamare la tua moto o il tuo scooter? Chiamaci ora!

7. Per rottamare gratis moto e scooter a Roma la soluzione è Rottamazioni Auto Roma!

  • Possiamo effettuare il ritiro a domicilio di qualsiasi mezzo;
  • Ritiriamo a Roma, Ciampino, Frascati, Fonte Nuova, Monterotondo, Formello, Riano, Marino, Mentana, Grottaferrata, Guidonia Montecelio, Fiumicino ed in tutta la provincia di Roma.
  • Consegniamo subito al cliente il “Certificato di Rottamazione“, che lo solleva da qualsiasi responsabilità dal momento della consegna del veicolo;
  • Trasportiamo il veicolo al centro di autodemolizione, autorizzato dal Comune e dalla Regione ed iscritto all’Albo Nazionale Gestori Ambientali;
  • Entro pochi giorni consegniamo all’ACI i documenti e le targhe del veicolo rottamato;
  • In breve tempo otteniamo la cancellazione dal PRA ed il certificato di rottamazione definitivo.
Bonus Rottamazione Auto 2021

Bonus Rottamazione Auto 2021

Hai sentito parlare del bonus rottamazione auto 2021 ma non sai come sfruttarlo? In questo articolo ti guideremo passo dopo passo in tutte le fasi.

Indice:

 

Che cos’è il bonus rottamazione auto 2021

Il bonus rottamazione auto 2021 è un incentivo statale che nasce per favorire lo smaltimento di autovetture inquinanti favorendo l’utilizzo di macchine con consumi ridotti o nulli.

Andiamo a scoprire di più sul mondo degli incentivi relativi alla rottamazione auto 2021.

Concluso il 2020, il Governo ha deciso visto il grande successo riscontrato, di continuare nella stessa direzione e di proseguire ad emettere incentivi per l’acquisto di autovetture anche nel 2021.

La legge di bilancio è stata approvata in maniera definitiva nel dicembre 2020 e rottamando la tua autovettura nel nuovo anno si potranno ottenere contributi fino a 3.500 euro per diesel, benzina e hybrid.

I fondi totali a disposizione in questa nuova trance ammontano addirittura alla somma di 420 milioni di euro, che verranno ripartiti in tre fasce di emissione di anidride carbonica (ovvero il principale gas ritenuto responsabile di inquinamento quando si parla di motori), la prima fascia tiene conto delle auto con una emissione che parte dai 0 ai 20 g/km, la seconda dai 21 ai 60 grammi per chilometro ed infine la terza, maggiormente inquinante, dai 61 ai 135 g/km.

Quando parte l’incentivo per la rottamazione?

Ma quando parte l’incentivo per la rottamazione auto 2021? Ora che abbiamo più a mente che cosa si intende con bonus rottamazione auto andiamo a vedere bene quando parte e tutte le informazioni sulle tempistiche.

Il bonus rottamazione auto 2021 parte ufficialmente il 1° gennaio 2021, ed è quindi proprio il primo giorno del nuovo anno la data scelta dal governo per questo incentivo.

L’incentivo sarà valido fino ad esaurimento del budget di 420 milioni, o comunque fino alla data del 30 giugno 2021 per le vetture nella fascia di emissioni 61-135 g/km e al 31 dicembre 2021 per quelle 0 60 g/km.

Bonus Rottamazione auto 2021: come funziona

Abbiamo quindi ben compreso che, le autovetture che riusciranno ad usufruire degli incentivi per la rottamazione, verranno divise in tre fasce ben distinte, in base al valore delle proprie emissioni.

Riassumiamo queste categorie e il loro relativo incentivo (stabilito nel Decreto Legge) nel seguente elenco:

  • 0-20 g/km – Incentivo CON rottamazione 10.000 euro – Incentivo SENZA rottamazione 6.000 euro
  • 21-60 g/km – Incentivo CON rottamazione 6.500 euro – Incentivo SENZA rottamazione 3.500 euro
  • 61-135 g/km – Incentivo CON rottamazione 3.500 euro – Incentivo SENZA rottamazione 0 euro

Quindi gli incentivi per la prima fascia oscilleranno tra un importo che va dai 10.000 euro e € 6.000 euro a seconda che l’acquisto avvenga con o senza rottamazione, tra i 6.500 euro e i 3.500 euro per la seconda categoria e solo 3.500 e nulla per la terza fascia sempre a secondo se si abbia un’auto da rottamare.

Ricordiamo che per usufruire di questi incentivi, il prezzo della nuova macchina non deve per nessun motivo superare il tetto massimo di 61.000 euro, altrimenti l’importo del bonus non verrà emesso.

A fronte dei bonus citati, il Governo ha emanato anche una ecotassa per scoraggiare invece i cittadini a comprare auto ad alto tasso inquinante, andiamo a vedere nello specifico a quanto ammontano.

Sempre a partire dal primo gennaio 2021 fino al 31 dicembre 2021, acquistando un’auto inquinante si andrà incontro alle seguenti sanzioni:

  • 191-210 g/km: 1.100 euro
  • 211-240 g/km: 1.600 euro
  • 241-290 g/km: 2.000 euro
  • Oltre 290 g/km: 2.500 euro

Rottamare auto diesel e euro 6 con il bonus 2021

Questa nuova possibilità di rottamazione e l’introduzione del relativo incentivo, sono valide anche per l’acquisto di autovetture con motore termico diesel e benzina.

Infatti, all’interno del Decreto Legge, non si parla esclusivamente di vetture aventi motore endotermico, ma ovviamente va da sé che per quanto riguarda l’ultima fascia di emissioni, (ricordiamo che è quella che va dai 61 ai 135 g/km di Co2) rientrano anche molti modelli ad alimentazione non elettrica.

Per questi mezzi, il bonus stabilito è di 3.500 euro, soltanto però rottamando un’altra autovettura

Bonus regionale per la rottamazione

Se non avete la possibilità di accedere ai bonus di cui vi abbiamo parlato potete sempre approfittare degli incentivi messi a disposizione da vari enti e da alcune regioni che, cercando di spronare all’acquisto di auto a zero o basse emissioni, finanziano con ingenti somme la mobilità ecosostenibile.

Per esempio, se siete residenti in regioni come la Lombardia o il Veneto sappiate che è a vostra disposizione un piano di incentivi valido per la rottamazione di vetture inquinanti, potete trovare maggiori informazioni nei rispettivi siti: Regione Lombardia e Regione Veneto.

Se siete residenti in altre regioni restate connessi! A breve seguiranno nuovi articoli riguardo questa tematica sul nostro blog.

Acquistare auto ibride con gli incentivi per la rottamazione

Come vi abbiamo anticipato, l’intento statale è certamente quello, condiviso anche a livello europeo, di svecchiare il parco auto italiano dai modelli maggiormente inquinanti cercando invece di incentivare economicamente all’acquisto di modelli con valori ed emissioni sensibilmente più ridotte di Co2, ovvero di anidride carbonica, il principale responsabile dell’inquinamento in termini automobilistici.

Proprio per questo, le autovetture ibride sono per distacco le più apprezzate tra le varie tipologie di alimentazioni moderne a basso tenore d’inquinamento, sia per il costo ridotto delle vetture che dei relativi consumi.

Teniamo fortemente in considerazione queste tipologie di auto e i loro relativi bonus rottamazione auto 2021.

Ecobonus: I modelli ibridi

Vogliamo soffermare maggiormente la nostra attenzione su cinque modelli di vetture ibride che dalla nostra analisi risulterebbero maggiormente performanti e compatibili con i bonus già citati, andiamo a vedere quali sono:

  1. Ford Kuga – ibrida con bonus: da 31.750 €
  2. Audi A3 – e-tron con bonus da: 25.800 €
  3. Kia Niro – Plug-in con bonus: da 29.750 €
  4. Toyota Prius – Plug-in con bonus: da 35.750 €
  5. Mini Countryman – Cooper SE con bonus: da 33.050 €

1. Ford Kuga

La Ford Kuga ha subito un forte processo di restyling e presenta un design moderno e molto differente dai veicoli che la hanno preceduta, ora è finalmente disponibile in una versione ibrida con due livelli di potenza ben distinti.

Il modello di partenza è abbinato ad una unità termica da 2 litri e ha a disposizione 150 cavalli, mentre nel modello migliore riscontriamo 2 litri e mezzo e una potenza garantita di 225 cavalli.

Grazie ai bonus rottamazione auto 2021 è possibile far scendere il prezzo di partenza di ben 6.500 euro, consentendo così di portarlo alla cifra di 31.750 euro.

2. Audi A3 e-tron

Per gli amanti dei grandi volumi, la casa tedesca offre ampi spazi e una dimensione maggiore rispetto ad altre vetture della sua stessa tipologia, se siete alla ricerca di una macchina comoda e volete sfruttare il bonus rottamazione auto fate bene a valutare l’acquisto dell’Audi A3 e-tron.

La macchina presenta un motore a benzina 1.4 TFSI ed il motore elettrico da 75 kW, per quanto riguarda le emissioni viaggiamo intorno ai 36 grammi al chilometro e può quindi entrare in tutto diritto nelle classi facenti parte del bonus di 6.500 euro in caso di rottamazione, arrivando a un prezzo scontato pari a 25.800 euro.

3. Mini Countryman Cooper SE

Se state cercando un city crossover, la Mini Countryman Cooper SE fa proprio al caso vostro!
L’autovettura britannica vi garantirà eleganza e stile senza eguali, grazie al suo look sia esterno che interno molto accattivante e moderno.
Questa Mini è sicuramente una delle vetture più piacevoli alla guida e la versione ibrida a 5 porte garantisce emissioni di anidride carbonica pari a 55 grammi al chilometro, rottamando la vostra autovettura usufruirete di un sostanziale sconto di 6.500 euro, che vi porterà così ad abbassare sensibilmente il prezzo a 35.800 euro.

4. Toyota Prius Plug-in Hybrid

Il Sol Levante è da sempre sinonimo di innovazione e tecnologia, fattori che dalla sua nascita, contraddistinguono casa Toyota, tanto da rendere i suoi primi modelli ibridi iconici in tutto il mondo.

Stiamo parlando di Toyota Prius, ovvero il simbolo giapponese quando si parla di auto sensibili all’ambiente.

Le proporzioni dell’auto forse potranno risultare quantomeno discutibili, complice anche uno stile decisamente più simile ai gusti orientali.

Riesce ad ogni modo a spiccare per quanto riguarda le emissioni di Co2 pari a 22 grammi al chilometro, la Toyota Prius 1.8 Plug-in Hybrid può sfruttare gli ecoincentivi auto e godere di un’incentivo massimo che si aggira su i 6.500 euro, portando il prezzo della vettura a 35.750 euro.

5. Kia Niro Plug-in

Sempre da oriente troviamo una delle vetture di spicco nell’olimpo delle ibride ovvero la Kia Niro Plug-in, la berlina esce a listino con tutti i possibili tipologie di elettrificazione.

Dalla versione unicamente alimentata a corrente alle più versatili ibride, con o senza ricarica in spina.

Proprio questo modello, grazie alle sue emissioni di anidride carbonica pari a 29 grammi per chilometro, può raggiungere il bonus statale per la rottamazione di 6.500 euro.

Con gli ecoincentivi arriviamo così ad un prezzo di listino accattivante di 29.750 euro invece che 36.250 euro.

Auto elettriche e bonus rottamazione auto

Anche se con qualche ritardo, anche le auto elettriche si stanno pian piano ritagliando un sostanziale spicchio di pubblico.

Se inizialmente la loro diffusione ed utilizzo stentava a decollare, per problemi relativi principalmente collegati alla scarsa autonomia, oggi assistiamo ad un vero e proprio boom dovuto anche alla capillarizzazione della rete di ricarica.

Gli aiuti statali hanno sicuramente aiutato a strizzare gli occhi del pubblico sempre più esigente e attento al prezzo, che orientativamente goderebbe di uno sconto di 10.000 euro circa sul prezzo di listino

Tra le 5 migliori auto completamente elettriche da acquistare con gli incentivi segnaliamo:

  1. Smart ForTwo da 15.026 €
  2. Citroen C-Zero da 24.965 €
  3. DS 3 Crossback E-Tense da 33.600 €
  4. Hyundai Kona EV da 32.300 €
  5. Mini Cooper Countryman da 27.900 €

1. Smart EQ

La citycar per definizione propone una versione totalmente elettrica sia a due porte, ovvero la Smart ForTwo, che a quattro porte, cioè la Smart ForFour.

Questa gamma può sfruttare l’ecobonus, avendo tutti i parametri necessari per l’incentivo per la rottamazione 2021, che ammonta in questo caso a 10.000 euro, portando il prezzo di questa vettura a 19.026 euro.

2. Citroen C-Zero

Citroen C-zero è tra le vetture che potranno godere degli incentivi auto 2021, infatti, la compatta francese supporta un’alimentazione totalmente elettrica a discapito delle emissioni nulle.

Rientrando nella fascia da 0 a 20 grammi per chilometro di Co2, il prezzo di vendita scende drasticamente dai 30.966 euro iniziali ai 20.966 euro con la rottamazione del proprio veicolo.

3. DS 3 Crossback E-Tense

Tra le auto elettriche meno conosciute ma più interessanti annoveriamo sicuramente la DS 3 Crossback E-Tense che può godere degli incentivi auto 2021 grazie al suo motore 100% elettrico, che fornisce fino a 136 cavalli.

Il SUV transalpino può essere comprato usufruendo del massimo bonus possibile per la sua categoria ovvero pari a 6.000 euro in caso di rottamazione, abbassando in questa maniera il prezzo di listino da 39.600 euro della versione So Chic, sino a 29.600 euro, davvero un’affare!

4. Hyundai Kona EV

In Corea, la proposta elettrica è una sola, Hyundai Kona EV, il SUV Coreano elettrico.

Le sue dimensioni notevoli la rendono una confortevole proposta elettrica, comoda alla guida cittadina, con un tocco di stile che la distingue dalle altre vetture in circolazione.

Grazie al suo motore elettrico, per quanto riguarda l’ecobonus, si può approfittare e ridurre il prezzo di listino fino ad arrivare, in caso di rottamazione, da 43.300 euro a 33,300 euro.

5. Mini Cooper SE

Per quanto riguarda i volumi, la Mini Cooper SE, presenta le stesse dimensioni dei suoi simili dotati di motori a combustione interna.

Le linee della carrozzeria, di pari passo alle ai volumi, mantengono le stesse proporzioni delle sorelle con l’alimentazione tradizionale.

Le principali differenze vengono riscontrate solamente nei dettagli di colore giallo, per capire meglio vi consigliamo di provarla nei vari test drive disponibili.

In questa vettura, con gli ecobonus partiamo da 23.900 euro, in alcune regioni anche meno.

Comprare auto a metano o a GPL con il bonus rottamazione auto 2021

Incentivi auto metano e GPL

Le autovetture alimentate a gas metano o a GPL, non sono coperte da nessun tipo di bonus auto 2021, anche se sono sempre state preferite dagli automobilisti con una particolare attenzione al costo del carburante, favorendo un chilometraggio annuo notevole.

Alcune di queste auto però, rientrano al di sotto del limite dei 135 grammi al chilometro di anidride carbonica e possono quindi rientrare nel contributo statale per auto euro 6.

Bonus rottamazione auto 2021: lista dei modelli con incentivi

Bonus auto 2021: lista dei modelli consigliati:

  • Audi – A3 SPB e-tron, Q5
  • BMW – Active Tourer, i3, Serie 3 Berlina, Serie 5 Berlina
  • CITROEN – C-Zero, E-Mehari
  • DS – DS3 Crossback, DS 7 Crossback
  • FORD – Kuga 3ª serie
  • HYUNDAI – Ioniq, Kona
  • KIA – Niro, Optima Berlina, Optima station
  • MERCEDES – Classe C berlina, Classe C station, GLC suv
  • MINI – Countryman
  • MITSUBISHI – Outlander
  • NISSAN – e-NV200 Evalia, Leaf
  • OPEL – Corsa-e, Grandland X
  • PEUGEOT – 208, iOn
  • RENAULT – Zoe
  • SMART – Forfour, Fortwo cabrio, Fortwo coupé
  • TESLA – Model 3
  • TOYOTA – Prius Plug-in
  • VOLKSWAGEN – e-Golf, e-up!, Passat berlina, Passat stationVOLVOS6

 

Rottamazione auto cosa fare e come evitarne i costi

Rottamazione auto: cosa fare e come evitarne i costi

Hai un veicolo del quale ti vuoi disfare, ma non sai come fare? Ci occupiamo di tutto noi! Gratis!

Rottamazione auto: cosa fare.
In questo articolo vi guideremo passo dopo passo per rottamare gratuitamente la vostra autovettura.

Per rottamare un’auto è necessario affidarsi ad un centro di raccolta autorizzato, preparare la documentazione necessaria per la radiazione del veicolo dal PRA e armarsi di pazienza per l’espletamento delle varie pratiche burocratiche.
Indice:

  1. Esistono incentivi per la rottamazione auto 2020?
  2. Rottamazione auto: a chi rivolgersi?
  3. Qual è l’iter per la demolizione di un’auto?
  4. Quanto costa rottamare un veicolo?
  5. Quali documenti bisogna presentare per la demolizione auto?
  6. Vuoi rottamare la tua auto gratuitamente? La soluzione è Rottamazioni Auto Roma!
  7. Cosa devo fare dopo aver fissato un appuntamento?

1. Esistono incentivi per la rottamazione auto 2020?

Se vuoi cambiare auto o hai una vecchia macchina di cui non hai più bisogno, non puoi abbondonare il veicolo su suolo pubblico. Per prima cosa la rottamazione auto costituisce per il proprietario un obbligo dettato dal decreto legislativo 22 del 5 febbraio 1997 ed in secondo luogo senza la rottamazione gli obblighi connessi al possesso del veicolo rimarranno e sarai costretto a continuare a pagare assicurazione (a meno che la vettura non sia custodita in un garage) e bollo.

Se questa è la tua intenzione, potrai rivolgerti ad un concessionario, scegliere la tua nuova auto, consegnare il tuo usato in rottamazione ricevendo un cospicuo sconto sul prezzo d’acquisto.

 

Rottamazione auto cosa fare e come evitarne i costi

2. Rottamazione auto: a chi rivolgersi?

Non vuoi comprare un’auto nuova o semplicemente gli incentivi non sono più disponibili? Allora dovrai procedere con la demolizione auto in autonomia!
Per rottamare un’auto, sarà necessario rivolgersi a dei centri di raccolta autorizzati, chiamati anche demolitori. Questi rappresentano gli unici soggetti incaricati legalmente a poter svolgere l’attività di rottamazione.
Le automobili, infatti, sono rifiuti altamente inquinanti e necessitano di procedure specifiche per lo smaltimento.

Dopo aver consegnato la vettura a questi centri di raccolta autorizzati, entro 30 giorni da tale data, procederanno con la richiesta di radiazione del veicolo, da inoltrare poi all’ACI.
Con la rottamazione auto, infatti, la macchina viene definitivamente cancellata dal registro del PRA e di conseguenza il proprietario non è più soggetto agli obblighi derivanti il possesso di un veicolo come il pagamento delle tasse automobilistiche.

3. Qual è l’iter per la demolizione di un’auto?

La rottamazione di un’auto richiede uno specifico iter burocratico.
Andiamo a vedere quali sono i passaggi da seguire:

  1. Richiedi una visura all’ACI indicando la targa del veicolo per verificare un eventuale fermo amministrativo;
  2. Consegna a un centro di raccolta autorizzato;
  3. Consegna la targa, la carta di circolazione e il cdp;
  4. L’addetto alla demolizione richiede la radiazione del veicolo dal PRA entro 30 giorni;
  5. Ritira il certificato di rottamazione, che ti verrà rilasciato dal demolitore;
  6. In seguito alla cancellazione del veicolo dal PRA, cessa l’obbligo di pagamento della tassa automobilistica.

4. Quanto costa rottamare un veicolo?

La rottamazione auto ha ovviamente un costo! Ciò è dovuto non solo allo smaltimento dei rottami, ma anche ai contributi previsti per la radiazione dal PRA.
Inoltre se l’auto è incidentata o gravemente danneggiata, dovrai sostenere i costi per il carro attrezzi per poter spostare il tuo veicolo.

In conclusione, il costo di rottamazione di un’auto può variare tra i 70,00 e i 150,00 €, in base al centro di raccolta e al Comune a cui ci si rivolge per effettuare la rottamazione del veicolo.

Se vuoi avere maggiori informazioni sulle singole voci di spesa, potrai trovare un approfondimento nell’articolo dedicato al costo rottamazione auto.

5. Quali documenti bisogna presentare per la demolizione auto?

Per rottamare un veicolo, avrai bisogno di alcuni documenti, obbligatori per poter procedere con la radiazione dal PRA.

I documenti sono necessari per attestare il reale possesso del veicolo e il diritto di circolazione.
Nel dettaglio:

  • la carta di circolazione;
  • il certificato di proprietà;
  • il foglio complementare (solo per veicoli immatricolati prima del 1993);
  • le due targhe del veicolo.

6. Vuoi rottamare la tua auto gratuitamente? La soluzione è Rottamazioni Auto Roma!

Se non vuoi incorrere nei costi della rottamazione, ma gli incentivi non sono disponibili oppure non vuoi acquistare un veicolo nuovo, la soluzione è rivolgerti a Rottamazioni Auto Roma!
Rottamare la tua auto
non è mai stato così facile grazie alla nostra esperienza. Siamo da te in 30 minuti e non avrai brutte sorprese, extra o tariffe nascoste.
La nostra esperienza è al tuo servizio, gestiremo per te le pratiche dell’Automobile Club Italia Fiumicino che quelle del Pubblico Registro Automobilistico Fiumicino.
Otterrai assistenza e la soluzione a qualsiasi problema riguardante qualsiasi pratica ACI e PRA.

Affidati a professionisti del settore e rottama il tuo veicolo con noi. Contattaci e saremo da te in 30 minuti.
Siamo disponibili tutti i giorni, 24 ore su 24.
Inviaci una mail a info@rottamazioniautoroma.com o contattaci ai nostri recapito telefonici o WhatsApp.

Grazie alla nostra competenza ed esperienza riusciremo a farvi risparmiare tempo e preoccupazioni, seguendovi in ogni fase della rottamazione, sia dal punto di vista logistico che burocratico.

7. Cosa devo fare dopo aver fissato un appuntamento?

Una volta fissato l’appuntamento, non dovrai far altro che preparare la documentazione necessaria e noi saremo da te nell’orario stabilito per ritirare la tua vettura.
Ci incontreremo all’indirizzo da te fornito al momento della prenotazione.

Ti ricordiamo che il servizio di rottamazione auto è completamente gratuito ed esente da qualsiasi costo extra o spesa nascosta.
(Vi invitiamo a diffidare dalle società che offrono servizi poco chiari, spesso nascondono costi e/o tariffe nascoste di cui verrete a conoscenza troppo tardi).
Affidandoti a noi riuscirai ad ottenere con estrema velocità il certificato di rottamazione provvisorio per qualsiasi mezzo: la vostra auto, la vostra moto o il vostro furgone.

Grazie al certificato di rottamazione provvisorio sarai esulato da qualsiasi tipo di responsabilità di natura amministrativa, legale, civile, penale e fiscale dal momento in cui avverrà la cessione del mezzo in poi.
Come stabilito dalla legge, entro e non oltre 30 giorni, ti forniremo il certificato di rottamazione definitivo.

Ricorda di portare con te:

  • la targa dell’auto da rottamare;
  • il libretto di circolazione e il certificato di proprietà o il foglio complementare;
  • fotocopia cartacea di un tuo  documento di identità (patente, carta d’identità o passaporto);
  • fotocopia del tuo codice fiscale/tessera sanitaria;
  • (per i cittadini non delle Comunità Europea) copia del permesso di soggiorno.

Una volta consegnati questi documenti, prenderemo in consegna la tua auto e procederemo con l’iter per la rottamazione.

Entro  30 giorni  ti consegneremo il certificato di rottamazione definitivo, ricorda che è un documento molto importante che dovrai conservare per di almeno 10 anni.
A questo punto potrai usufruire di alcuni vantaggi tra cui:

  1. Chiedere il rimborso del canone di assicurazione per il periodo non fruito;
  2. Richiedere il passaggio della polizza assicurativa ad un’altra autovettura, senza perdere la classa di appartenenza;
  3. Richiedere il rimborso parziale del bollo nel caso in cui manchino più di quattro mesi alla scadenza.

Vuoi risparmiare soldi, tempo ed energie nella gestione di queste complesse pratiche?

La risposta è Rottamazioni Auto Roma, i professionisti nel campo della rottamazione auto, a tua completa disposizione.

Rottamare l'auto di un defunto

Come rottamare l’auto di un defunto

La morte, come la nascita, fanno parte della vita di tutti e prima o poi siamo costretti a far fronte a momenti traumatici come quelli luttuosi, ma come facciamo a rottamare l’auto di un defunto gratuitamente?

Indice:

  1. Come si rottama l’auto di un defunto
  2. Come capire se l’auto di un defunto deve essere rottamata
  3. Quanto costa rottamare l’auto di un defunto?
  4. Costi fissi per rottamare l’auto di un defunto
  5. Come fare se l’auto del defunto da rottamare ha più eredi?
  6. Come demolire un auto se gli eredi rinunciano all’eredità?
  7. Ma dopo la morte del proprietario, bisogna ancora pagare il bollo auto?
  8. Incentivi per rottamare l’auto di un defunto
  9. Conclusione

La morte, come la nascita, fanno parte della vita di tutti e prima o poi siamo costretti a far fronte a momenti traumatici come quelli luttuosi, ma come facciamo a rottamare l’auto di un defunto gratuitamente?

Avrete capito che in questo articolo affronteremo una delle problematiche più frequenti nel momento in cui abbiamo a che fare con la morte di un nostro caro o se siamo i legittimi eredi di un auto di un defunto.

Se siete i legittimi eredi dell’autovettura di un defunto è giusto che sappiate che spetta proprio a voi occuparvi del veicolo, della sua manutenzione, della vendita o come molto più comunemente capita, della sua rottamazione.

Ma cosa succede se la persona intestataria del veicolo è defunta? La pratica e tutte le operazioni atte a demolire l’autovettura devono essere eseguite dall’erede.

L’erede dovrà dimostrare di essere tale con documenti e certificazioni che andrà a consegnare successivamente all’autodemolitore che rottamerà fisicamente l’autovettura e consegnerà il certificato di rottamazione all’erede

1. Come si rottama l’auto di un defunto

Sono molteplici le operazioni che le società specializzate in rottamazioni auto effettuano affinché la rottamazione avvenga in maniera legale come da regolamentazione, ma quali sono le azioni che concretamente effettuano i rottamatori nel momento della presa in carico della pratica?

Come diremo in seguito, per far si che avvenga la rottamazione e lo smaltimento di una autovettura, per motivi ambientali ed ecologici deve essere effettuato in un ambiente adibito alla ricezione dei cosiddetti rifiuti speciali pericolosi, e bisogna presentarsi con allegato una dichiarazione sostitutiva dell’atto notorio

Con questa dichiarazione si possono poi affrontare in maniera non così esosa i costi non troppo elevati della rottamazione

Tra gli altri documenti necessari bisogna presentare anche:

  • Il certificato di proprietà;
  • Il libretto di circolazione;
  • La dichiarazione sostitutiva;
  • Le targhe dell’auto;
  • Un documento d’identità dell’erede;
  • Il certificato di morte dell’intestatario.

Senza questi documenti non è possibile in nessuna maniera rottamare l’auto di un defunto.

Non sempre però è facile capire quando un auto deve essere rottamata, andiamo insieme a capire quando e come riconoscere auto da rottamare

2. Come capire se l’auto di un defunto deve essere rottamata

Rottamare un autoveicolo è sempre una scelta molto drastica e sicuramente irreversibile, ma ricordiamo che sia per motivi ambientali che di spazio è la scelta migliore che possiate fare se avete la necessità di disfarvi di un’auto che non può più essere utilizzata in strada.

Capita spesso che con l’usura del tempo o con pericolosi incidenti, la propria auto risulti non essere più sicura o idonea per la circolazione in quanto potrebbe a sua volta essere la causa di altri sinistri

In linea di massima una vettura per essere considerata sicura ed idonea a circolare in strada deve rispettare i seguenti parametri:

  • Efficienza

  • Consumi contenuti

  • Emissioni contenute

Efficienza

Per efficienza intendiamo principalmente la funzionalità delle caratteristiche primarie dell’auto, che devono essere perciò perfette e soprattutto garantite dalle revisioni obbligatorie e dagli eventuali e periodici tagliandi.

Per sapere ogni quanto effettuare la revisione della propria auto potete consultare il sito dell’Automobile Club Italia, nella sezione del codice della strada

Consumi contenuti

Molto spesso i consumi contenuti sono sinonimo di efficacia e corretto funzionamento.

Per esempio un motore che consuma poco olio è sicuramente un motore che ha un funzionamento perfetto o uno pneumatico con la corretta tacchettatura e il giusto gonfiaggio vi farà risparmiare molti soldi in carburante risparmiato.

Lo stesso non si può dire per quanto riguarda macchine usurate o incidentate.

Emissioni contenute

L’impatto ambientale sta diventando uno dei parametri sempre più stringenti che porta molti automobilisti a rottamare la propria autovettura.

Con il passare degli anni e con l’evoluzione tecnologica si tende sempre di più ad optare per soluzioni ibride, gpl, metano o eletriche

Si tende sempre di più ad evitare quindi auto a benzina o peggio ancora con motore a diesel molto inquinanti e soprattutto non più circolabili.

Per scoprire le varie categorie che non possono più percorre chilometri è possibile consultare questa pagina del Ministero dello Sviluppo Economico

Rottamare l'auto di un defunto
Rottamare l’auto di un defunto

3. Quanto costa rottamare l’auto di un defunto?

Se vi siete chiesti quanto possano oscillare i costi di rottamazione per auto di defunti vi daremo una bella notizia: con noi la rottamazione dell’auto di un defunto è gratuita.

A voi verrà chiesto solamente di rispondere delle tasse che leggerete in seguito in questa sezione

La rottamazione di un veicolo di un defunto scaturisce il rilascio del certificato di rottamazione da parte della società rottamante.

Come già spiegato in questo articolo il rilascio del certificato di rottamazione è molto importante sia per motivi legali sia per motivi burocratici

Il certificato di rottamazione infatti rappresenta un documento con all’interno tutti i dati della vettura rottamata, del deceduto che ne era in possesso e degli eredi che successivamente hanno deciso di rottamarla

Questo certificato di rottamazione definisce il rapporto tra gli eredi e il proprietario e li solleva da qualsiasi tipo di responsabilità successiva legata al mezzo rottamato sia che essa sia di natura penale, amministrativa o civile.

Vi consiglio di vistare il sito dell’Automobile Club Italia per qualsiasi delucidazione a riguardo.

Consegue logicamente che prima di iniziare qualsiasi tipo di pratica, è preferibile accertarsi che la società che si occupa della rottamazione abbia tutti i requisiti per portare a termine la pratica

4. Costi fissi per rottamare l’auto di un defunto

Parliamo di spese, per quanto riguarda la rottamazione dell’auto di un defunto, nella maggior parte dei casi il possessore del certificato di rottamazione è tenuto a rispondere di un imposta di circa 32 euro, applicata in maniera diretta al bollo dell’auto.

Senza questo esigua imposta se si possiede solo il modello NP3C, le spese totali salgono a fino a un massimo di 61,50 euro 48 devono essere riconosciuti nella nota di presentazione e i restanti 13.50 agli ipotetici emolumenti stabiliti dall’Automobile Club Italia.

Ulteriori spese non verranno corrisposte in nessuna maniera, penseremo noi a rottamare gratuitamente l’autovettura del defunto. Rottamiamo qualsiasi tipologia di vettura, con trasporto sempre compreso per qualsiasi cilindrata o tipologia di motore

5. Come fare se l’auto del defunto da rottamare ha più eredi?

Delle volte capita che il veicolo del defunto venga affidato a due o più eredi, ma in questo caso come si agisce?

La demolizione in questo caso deve essere effettuata solo ed esclusivamente a nome di un individuo erede

Ma non basta solamente nominare l’erede ma occorre avere con se una delega da parte di tutti gli altri eredi e una copia dei propri documenti di identità a testimoniare la loro volontà nel nominare l’erede spettante

6. Come demolire un auto se gli eredi rinunciano all’eredità?

Può capitare anche che alcuni degli eredi rinuncino per motivi economici all’eredità del defunto, in questo caso come facciamo a rottamare l’auto di un defunto?

Molto semplicemente tutti gli eredi che non hanno rinunciato a riscattare l’autovettura del defunto da rottamare, possono in qualsiasi momento ritirare il veicolo

Successivamente, di solito un tribunale nomina un curatore della pratica di affidamento, che affiderà la demolizione del veicolo a uno degli eredi non rinuncianti, richiedendo infine la demolizione dell’auto in questione.

7. Ma dopo la morte del proprietario, bisogna ancora pagare il bollo auto?

Come già preannunciato pocanzi, nel momento del decesso del proprietario, le tasse come il bollo auto ricade sugli eredi.

Per prima cosa, in questo caso, vi chiediamo di affidarvi a professionisti e chiedere comunque informazioni a personale competente e formato in materia

Sicuramente saranno capaci di soddisfare ogni eventuale vostro dubbio riguardo un tema purtroppo tanto doloroso quanto comune

Con l’aiuto di professionisti del settore eviterete sicuramente problematiche che capitano spesso, come disguidi, incomprensioni ecc.

Una volta provveduto al pagamento del bollo auto, che ricordiamo deve avvenire anche se non viene utilizzata la vettura, gli eredi devono andare all’Automobile Club Italia ed effettuare il passaggio di proprietà,

L’ACI provvederà poi a cambiare i dati presenti sul PRA (Pubblico Registro Automobilistico) e poi andrà a rilasciare il certificato di proprietà con finalmente il nominativo del nuovo proprietario

Vi ricordiamo che come tutte le pratiche, anche questa ha una scadenza: ovvero sessanta giorni dal momento in cui viene accertato che la firma dell’erede è autentica, da questo momento in poi avviene la richiesta di aggiornamento della carta di circolazione all’UMC

A cosa si può andare incontro?

Se tutto ciò non dovesse avvenire e quindi la documentazione non venisse aggiornata, si potrebbe andare incontro a un controllo da parte delle forze dell’ordine (polizia o carabinieri) che può sfociare fino al ritiro della carta di circolazione e a sanzioni pecuniarie.

Invece per quanto riguarda l’intestazione del veicolo, quando si presentano due o più eredi (ma massimo 10, non di più) ma solo uno degli eredi è interessato al veicolo, bisogna ad ogni modo intestare a tutti gli eredi il veicolo

Successivamente poi si dovrà andare a registrare un nuovo atto di vendita a nome dell’erede acquirente interessato.

Ovviamente questo avviene quando l’acquirente non rappresenta la stessa persona del singolo erede e il defunto non ha provveduto, in vita, a pagare il bollo della sua auto da rottamare

Ricordiamo che questo pagamento, trattandosi di un vero e proprio debito a tutti gli effetti, spetta sempre, in ogni modo possibile agli eredi, tutto è regolamenta anche dal decreto legislativo numero 472 del 1997

Come tutti i bolli e le tasse non pagate, nel momento in cui non vengono rispettati i pagamenti, si va necessariamente incontro a pesanti sanzioni e soprattasse

Può capitare anche però di finire in prescrizione, ovvero potrebbe accadere che le autorità sopraelencate non ne richiedano più il pagamento

Come ben capite però, tutto ciò è molto rischioso e si può andare incontro a tante sanzioni pecuniarie, facilmente evitabili, perciò perché rischiare inutilmente? Rottama ora l’auto del tuo defunto! 

Non rischiare sanzioni economiche e addirittura il ritiro del libretto di circolazione!

8. Incentivi per rottamare l’auto di un defunto

L’anno scorso, precisamente nella stesura della Legge di Bilancio 2019, si è posto il focus dell’attenzione all’obiettivo sempre più necessario di svecchiare le autovetture in circolo nel nostro Belpaese.

Il nostro Governo ha così messo in conto di elargire lauti e corposi incentivi in caso di rottamazioni auto di defunti in favore dell’acquisto di autovetture nuove e soprattutto a basso impatto ambientale e inquinante

Come possiamo vedere nella Legge di Bilancio, saranno previste due classi di incentivi ben distinti.

Le classi inquinanti

Una strettamente riservata alla vetture aventi emissioni con valori dallo 0 ai 20 g/km di Co2, mentre l’altra è riservata alle macchine che hanno valori che partono dai 21 ai  7o g/Km di Co2

Nel caso la vostra autovettura da rottamare appartenga alle famigerate classi Euro 0,1,2 o 3, venga sostituita con una nuova fiammante ma ecologica auto, lo stato emetterà incentivi governativi pari a 6.000 euro

Se l’auto nuova avrà valori di emissioni da 21 a 70 di g/km di Co2, l’ecobonus emesso sarà di circa 2.500 euro.

Se l’acquisto della nuova autovettura non inquinante non avvenga in maniera postuma alla rottamazione dell’autoveicolo, il valore che del bonus sarà diminuito fino a 4.000 euro per le auto che rientrano nella primissima categoria di emissioni

Mentre scende a 1.500 euro per quelle che appartengono alla seconda categoria

Tuttavia non possiamo tralasciare un particolare determinante ed opportuno, ovvero per poter usufruire di questi ecobonus di incentivi di rottamazione auto di defunti, il prezzo della vettura nuova non deve mai superare in nessuna maniera i 61.000 euro IVA inclusa

9. Conclusione

Chiaramente lo Stato, tramite il Governo, ha voluto muoversi in questa direzione etica e coscienziosa incentivando in maniera economica tutti quanti coloro che difficilmente potevano adeguarsi per motivi di disponibilità

Questa scelta porterà sicuramente a un futuro sostenibile e libero dalle sostanze pesantemente inquinanti

Un motivo davvero valido in più per occuparsi della rottamazione dell’auto di un defunto

Se ti è piaciuto questo articolo ti invitiamo a leggere anche questo relativo alla rottamazione auto a Fiumicino

E ricorda se dovessi avere bisogno del nostro valido aiuto non esitare a contattarci o a inviarci una mail, puoi visualizzare tutti i nostri contatti cliccando questa pagina 

Grazie per averci scelto, ci vediamo al prossimo articolo

Rottamazioni Auto Roma – 60€ in omaggio per te

Rottamazioni Auto Roma

Vuoi sapere come ottenere Rottamazioni Auto Gratuite a Roma?

Noi di Rottamazioni Auto Roma in questo articolo ti spiegheremo come fare per rottamare il tuo veicolo ed ottenere il certificato istantaneo di rottamazione e gestire le pratiche ACI e PRA.

ATTENZIONE!

NON VENDIAMO PEZZI DI RICAMBIO!

Indice:

  1. Rottamazioni Auto Gratuite Roma
  2. Pratiche auto ACI e PRA a Roma
  3. Soccorso stradale a Roma
  4. Il certificato di rottamazione a Roma
  5. Come fissare un appuntamento
  6. Il ritiro del veicolo a Roma
  7. Come posso essere sicuro che sia andato tutto a buon fine?
  8. Il certificato di rottamazione definitivo
  9. Posso rottamare un veicolo se non sono l’intestatario?
  10. Aggiornamento bonus incentivi 2021
  11. Rottamazioni Auto Roma
  12. Quali documenti servono per rottamare?

1. Rottamazioni Auto Gratuite Roma

Se vuoi rottamare la tua auto e non sai a chi affidarti, noi di Rottamazioni Auto Roma leader nella rottamazione auto gratis anche a Roma, siamo la soluzione giusta!

La tua auto è vecchia? Hai avuto un incidente?
Se vuoi rottamare il tuo veicolo gratuitamente, non esitare, contattaci!

 

Per rottamare la tua autovettura a Roma ti basterà contattarci telefonicamente o inviare una mail al nostro indirizzo info@rottamazioniautoroma.com.
Riceverai il certificato di rottamazione istantaneo al momento della consegna del veicolo e ti aiuteremo nella gestione di tutte le pratiche burocratiche, dall’inizio alla fine.

2. Pratiche auto ACI e PRA Roma

Rottamare un veicolo richiede tempo per le numerose pratiche amministrative necessarie. Se non hai tempo né voglia di svolgere tutte le pratiche amministrative per la rottamazione di un veicolo e vuoi delegare tutte le procedure, affidati a noi.
Gestiamo tutte le pratiche ACI e PRA.
La nostra esperienza è al tuo servizio, ti aiuteremo o gestiremo per te le pratiche dell’Automobile Club Italia Roma che quelle del Pubblico Registro Automobilistico Roma.
Otterrai assistenza e la soluzione a qualsiasi problema  riguardante qualsiasi pratica ACI e PRA.

3. Soccorso stradale a Roma

I veicoli sono parte integrante della nostra vita, ma non sempre possiamo contare sulla loro affidabilità.
Sebbene vorremmo sempre poter contare sul loro perfetto funzionamento, anche loro invecchiando possono avere dei malanni.
A chi non è capitato mai di dover sostituire uno pneumatico?
Se siete a Roma o dintorni e avete bisogno di soccorso stradale, noi siamo disponibili 24 ore su 24, sette giorni su sette.

Anche se il vostro veicolo è nuovo può capitare di trovarsi in situazioni d’emergenza ed avere bisogno di un aiuto per tornare a casa o proseguire la tua giornata.
Se hai necessità di soccorso stradale a Roma, da oggi puoi contare sul nostro valido supporto, 7 giorni su 7 e 24 ore su 24.

Non sprecare tempo prezioso! Siamo da te in trenta minuti!

4. Il certificato di rottamazione a Roma

Non tutti sanno che il certificato di rottamazione può essere provvisorio o definitivo. Andiamo ad analizzare insieme le principali differenze tra queste due grandi categorie.

Nel momento in cui l’auto viene rottamata vi verrà consegnato istantaneamente il certificato provvisorio di rottamazione che vi consente di avere un documento che attesti rottamazione ufficiale della vostra autovettura.

Successivamente a quello provvisorio, otterrete il certificato di rottamazione definitivo che oltre ad avere le stesse funzioni di quello appena citato vi consentirà di richiedere alla vostra assicurazione un rimborso del canone relativo al periodo in cui non si è goduto della copertura in assicurativa in quanto rottamata.

In alternativa potrete richiedere il passaggio di questa polizza assicurativa su un’altra autovettura consentendovi di non perdere la classe di appartenenza ottenuta con molta fatica evitando sinistri nel corso degli anni.
E non è finita qui! Rottamando la tua autovettura e avendo con te il certificato di rottamazione definitivo, potrai richiedere il rimborso parziale del bollo nel caso in cui la rottamazione avvenga più di quattro mesi prima della scadenza di questo.

Per essere ritenuto valido, un certificato di rottamazione a Roma, deve riportare in calce i principali dati di riferimento del veicolo; ovvero la classe, la marca, il colore, il modello, il numero di telaio, il numero di targa e tante altre informazioni presenti anche all’interno del libretto di circolazione.

5. Come fissare un appuntamento

La rottamazione auto a Roma è uno dei servizi più richiesti, noi offriamo la nostra competenza per riuscire a soddisfare tutte le esigenze nel più breve tempo possibile.

Rottamare la tua auto non è mai stato così facile grazie alla nostra esperienza. Siamo da te in 30 minuti e non avrai brutte sorprese, extra o tariffe nascoste.
Se quello di cui hai bisogno è la rottamazione auto gratuita a Roma sei nel posto giusto.

Perché pagare per un servizio che noi ti offriamo gratuitamente? Affidati a noi, otterrai istantaneamente il tuo certificato di rottamazione senza alcun esborso.
Affidati a professionisti del settore e rottama il tuo veicolo con noi. Contattaci e saremo da te in 30 minuti.
Siamo disponibili tutti i giorni, 24 ore su 24.
Inviaci una mail a info@rottamazioniautoroma.com o contattaci ai nostri recapito telefonici o WhatsApp.

Grazie alla nostra competenza ed esperienza riusciremo a farvi risparmiare tempo e preoccupazioni, seguendovi in ogni fase della rottamazione, sia dal punto di vista logistico che burocratico.

Rottamazioni auto roma

6. Il ritiro del veicolo a Roma

Una volta fissato l’appuntamento, rottameremo il vostro veicolo entro trenta minuti, ritirando la vostra autovettura rispettando le tutte procedure a norma di legge.
Noi di Rottamazioni Auto Roma non usiamo ganci o attrezzature non consentite dalla legge vigente in materia di soccorsi stradali e rottamazioni a Roma.

Ci incontreremo all’indirizzo fornito al momento della prenotazione. Vi ricordiamo che il servizio di rottamazione auto a Roma è completamente gratuito ed esente da qualsiasi costo extra o spese nascoste.
Vi invitiamo a diffidare dalle società che offrono servizi poco chiari, spesso nascondono costi e/o tariffe nascoste di cui verrete a conoscenza troppo tardi.
Affidandovi a noi riuscirete ad ottenere con estrema velocità il certificato di rottamazione provvisorio per qualsiasi mezzo: la vostra auto, la vostra moto o il vostro furgone.

Grazie al certificato di rottamazione provvisorio sarete esulati da qualsiasi tipo di responsabilità di natura amministrativa, legale, civile, penale e fiscale dal momento in cui avverrà la cessione del mezzo in poi.
Come stabilito dalla legge, entro e non oltre 30 giorni vi forniremo il certificato di rottamazione definitivo.

7. Come posso essere sicuro che sia andato tutto a buon fine?

Ma come posso essere sicuro che tutto vada a buon fine?
Dal momento della presa in carico del veicolo sarete informati costantemente di ogni sviluppo della vostra pratica.
La trasparenza e la soddisfazione del cliente sono i valori portanti su cui si basa l’intera organizzazione della nostra azienda.

É indispensabile che al momento della consegna del veicolo abbiate tutti i documenti necessari allo svolgimento delle pratiche burocratiche. In particolare è necessario che sull’auto che si vuole rottamare, non penda alcuna tipologia di provvedimento amministrativo e/o giudiziario.
Insieme al veicolo si dovrà riconsegnare:

  • la targa dell’auto rottamata
  • il libretto di circolazione e il certificato di proprietà o il foglio complementare

In assenza di ciò non sarà possibile in alcun modo prendere in carico l’autovettura né avviare la procedura di rottamazione.
I nostri collaboratori custodiranno con cura i vostri documenti e le vostre targhe, fino all’ottenimento del certificato di rottamazione provvisorio.

Riassumendo quindi, per rottamare un’auto sono necessari:

  • fotocopia cartacea di un vostro documento di identità (patente, carta d’identità o passaporto)
  • fotocopia del vostro codice fiscale/tessera sanitaria
  • per i cittadini non delle Comunità Europea, copia del permesso di soggiorno

8. Il certificato di rottamazione definitivo

Il certificato di rottamazione definitivo vi verrà consegnato entro 30 giorni e andrà conservato per un periodo di almeno dieci anni.
Oltre ad avere le stesse funzioni di quello provvisorio, vi consentirà di poter usufruire di notevoli vantaggi ed agevolazioni tra cui:

  1. Chiedere il rimborso del canone di assicurazione per il periodo non fruito;
  2. Richiedere il passaggio della polizza assicurativa ad un’altra autovettura, senza perdere la classa di appartenenza;
  3. Richiedere il rimborso parziale del bollo nel caso in cui manchino più di quattro mesi alla scadenza.

Tutto ciò però sarà possibile solamente riportando in maniera dettagliata i dati di riferimento della vostra autovettura:

  • classe
  • marca
  • modello;
  • numero di telaio
  • numero di targa
  • altre informazioni riportate all’interno del libretto di circolazione

Affinché la pratica venga presa in carico deve riportare esattamente l’orario, il giorno e l’anno della consegna.
Provvederemo poi noi entro e non oltre i trenta giorni previsti dalla legge, alla cancellazione della vettura dal PRA, ovvero il Pubblico Registro Automobilistico.

9. Posso rottamare un veicolo se non sono l’intestatario?

Cosa fare se il veicolo è intestato ad una persona defunta? Se hai bisogno di raggiorni informazioni sull’argomento puoi leggere il nostro approfondimento come rottamare un veicolo se non sono l’intestatario.
La legge prevede che in taluni casi che persone diverse dall’intestatario del veicolo (eredi o persone delegate in fase di testamento) possano rottamare il veicolo.
In questo caso i documenti necessari sono:

  • L’autocertificazione sostitutiva di notorietà, scaricabile gratuitamente dal sito dell’Automobile Club Italia ACI;
  • il certificato di morte;
  • i documenti di identità degli eredi.

Con questi documenti potremo gestire la vostra pratica facendovi risparmiare energie e tempo nella gestione di queste complesse pratiche.

Vuoi rottamare la tua auto? Rottamazioni Auto Roma i professionisti nel campo della rottamazione auto gratuita sono a tua completa disposizione.

Andiamo a vedere insieme quali aree geografiche fuori dal raccordo copre il nostro servizio di Rottamazioni Auto Roma:

  • Rottamazioni Auto Guidonia
  • Rottamazioni Auto Fiumicino
  • Rottamazioni Auto Aprilia
  • Rottamazioni Auto Viterbo
  • Rottamazioni Auto Pomezia
  • Rottamazioni Auto Tivoli
  • Rottamazioni Auto Velletri
  • Rottamazioni Auto Anzio
  • Rottamazioni Auto Civitavecchia
  • Rottamazioni Auto Ardea
  • Rottamazioni Auto Nettuno
  • Rottamazioni Auto Rieti
  • Rottamazioni Auto Frosinone
  • Rottamazioni Auto Marino
  • Rottamazioni Auto Terracina
  • Rottamazioni Auto Monterotondo
  • Rottamazioni Auto Albano Laziale
  • Rottamazioni Auto Ladispoli
  • Rottamazioni Auto Fondi
  • Rottamazioni Auto Ciampino
  • Rottamazioni Auto Formia
  • Rottamazioni Auto Cerveteri
  • Rottamazioni Auto Cassino
  • Rottamazioni Auto Cisterna di Latina
  • Rottamazioni Auto Fonte Nuova
  • Rottamazioni Auto Alatri
  • Rottamazioni Auto Sezze
  • Rottamazioni Auto Mentana
  • Rottamazioni Auto Genzano
  • Rottamazioni Auto Ceccano
  • Rottamazioni Auto Frascati
  • Rottamazioni Auto Palestrina
  • Rottamazioni Auto Anagni
  • Rottamazioni Auto Colleferro
  • Rottamazioni Auto Gaeta
  • Rottamazioni Auto Grottaferrata
  • Rottamazioni Auto Ferentino
  • Rottamazioni Auto Zagarolo
  • Rottamazioni Auto Rocca di Papa
  • Rottamazioni Auto Ariccia

Per sapere le altre località coperte contattateci ai nostri numeri o alla nostra mail e concorderemo insieme il preventivo di rottamazione e il successivo ritiro del mezzo.

Servizio di Rottamazione Auto Roma

Di seguito trovate invece quali sono i servizi da noi effettuati:

  • Rottamazione Auto Roma Gratuita
  • Rottamazioni Auto Gratis Roma
  • Rottamazioni Auto Roma
  • Demolizione Auto Roma Gratuita
  • Demolizione Auto Roma Gratis
  • Demolizione Auto Roma
  • Autodemolizione Roma
  • Autodemolizione Gratis Roma
  • Autodemolizione Gratuita Roma
  • Ritiro a Domicilio Auto Roma
  • Pratiche per Rottamazione Auto Roma
  • Pratiche di Cancellazione PRA Roma
  • Radiazione Auto Roma
  • Rottamazione Motorino Roma Gratuita
  • Rottamazioni Motorini Gratis Roma
  • Rottamazioni Motorini Roma
  • Ritiro a Domicilio Motorini Roma
  • Rottamazione Moto Roma Gratuita
  • Rottamazioni Moto Gratis Roma
  • Rottamazioni Moto Roma
  • Ritiro a Domicilio Moto Roma
  • Rottamazione Furgone Roma Gratuita
  • Rottamazioni Furgoni Gratis Roma
  • Rottamazioni Furgoni Roma
  • Ritiro a Domicilio Furgoni Roma
  • Rottamazione Minicar Roma Gratuita
  • Rottamazioni Minicar Gratis Roma
  • Rottamazioni Minicar Roma
  • Ritiro a Domicilio Camper Roma
  • Rottamazione Camper Roma Gratuita
  • Rottamazioni Camper Gratis Roma
  • Rottamazioni Camper Roma
  • Ritiro a Domicilio Camper Roma
  • Rottamazione Camion Roma Gratuita
  • Rottamazioni Camion Gratis Roma
  • Rottamazioni Camion Roma
  • Ritiro a Domicilio Camion Roma

Aggiornamento bonus incentivi rottamazioni auto gratuite Roma 2021

Ad oggi 07/04/21 possiamo garantirvi un servizio di rottamazioni auto Roma con bonus e incentivi come previsto dal Ministero dell’Ambiente.

Come ampliamente specificato nel nostro precedente articolo Bonus rottamazione auto 2021, gli incentivi e i bonus sulla rottamazione di un auto a Roma sono ancora disponibili.

Per poter capire a quanto ammonta il maxibonus nell’articolo già citato potete consultare la tabella con le categorie inquinanti e i relativi bonus.

Affidandovi a Rottamazioni Auto Roma potrete accedere a tutti gli incentivi sulla rottamazione attualmente messi a disposizione dal Ministero dell’Ambiente.

Ma quanto si può risparmiare rottamando la propria autovettura accedendo agli ecobonus?

In linea di massima per avere il massimo bonus disponibile, ovvero quello dell’importo di 10.000 euro, bisogna rottamare un veicolo molto inquinante ed acquistare una vettura di nuova generazione a basso impatto ambientale.

Più questa forbice aumenta e maggiore è la possibilità di accedere al maxibonus per la rottamazione auto a Roma.

Ad oggi possiamo garantirvi che moltissimi nostri clienti sono assai soddisfatti per aver raggiunto questo prezioso bonus, che ha consentito loro di avere una vera e propria rottamazione auto gratuita a Roma.

Vi invitiamo a contattarci subito se desiderate ricevere maggiori informazioni riguardanti la rottamazione auto e i bonus rottamazione 2021.

Rottamare non sarà più una pratica così complessa, perciò ricordate di avere con voi i documenti necessari per la rottamazione (documento di identità, codice fiscale, targhe del veicolo, carta di circolazione, certificato di proprietà) e prenotate subito la vostra rottamazione auto gratuita a Roma.

Quale documento è necessario per certificare l’avvenuta rottamazione?

A testimonianza dell’avvenuta rottamazione, l’Automobile Club Italia rilascia nelle proprie sedi di competenza, il certificato di rottamazione definitivo, ovvero il documento che ufficialmente sancisce l’avvenuta rottamazione del veicolo.

Consegnando il certificato di rottamazione definitivo al vostro concessionario di fiducia, e acquistando un veicolo a basso impatto ambientale, potrete accedere immediatamente all’ecobonus per la rottamazione.

Per poter calcolare l’importo del bonus dovete semplicemente calcolare la classe inquinante del veicolo da rottamare e quello da acquistare, potete farlo consultando comodamente la tabella che abbiamo inserito nell’articolo riguardate l’ecobonus 2021.

Avrete ben compreso che mai come in questo momento storico, l’attenzione pubblica nei confronti delle tematiche ambientali, è stata tenuta in considerazione.

Questa maxi manovra consentirà di svecchiare il parco auto di tutte le nazioni che partecipano al piano, gli incentivi consentiranno di rottamare le vetture dei cittadini in maniera del tutto gratuita, questo porterà ad abbassare sensibilmente il tasso di sostanze inquinanti rilasciato nell’aria tutti i giorni.

Perciò optare per la rottamazione del proprio veicolo inquinante non solo vi garantirà notevoli incentivi economici, ma vi consentirà anche di contribuire attivamente alla causa ambientale.

Le direttive europee sono ben chiare riguardo la direzione da intraprendere, abbassare i livelli di anidride carbonica è più di una necessità, ma un vero e proprio dovere a cui tutte le nazioni e i loro cittadini devono rispettare.

Se volete saperne di più non esitate a contattarci in qualsiasi momento se invece volete seguirci su i nostri canali social potete farlo seguendo il nostro profilo FacebookInstagram e Youtube, grazie e arrivederci al prossimo articolo sulla Rottamazione Auto Roma

Rottamazioni Auto Roma

Rottamazioni Auto Roma è la ditta leader nelle rottamazioni auto a Roma e nella Provincia,

Grazie ai nostri numerosi carriattrezzi dislocati su tutto il territorio della Capitale possiamo garantirvi il miglior servizio di rottamazione, grazie alla nostra tempestività e la nostra professionalità riuscirete a rottamare in breve tempo la vostra autovettura.

Rottamare non sarà più così difficile, contattateci ai nostri numeri di cellulare o mandandoci una mail a info@rottamazioniautoroma.com, raggiungeremo in breve tempo la vostra auto da rottamare.

Rottamazioni Auto Roma vi rilascerà il certificato di rottamazione definitivo che vi consentirà di accedere agli ecobonus per la rottamazione.

Senza questo certificato non sarà possibile rottamare il vostro mezzo ne tantomeno accedere a molti incentivi statali disponibili acquistando nuovi mezzi a basso tenore inquinante.

Che documenti servono per rottamare un’auto?

Spesso, nel corso della propria vita, capita di dover rottamare la propria auto o quella di un parente stretto, se vi siete trovati in questa situazione sicuramente vi sarete chiesti: che documenti servono per rottamare un’auto? Noi di Rottamazioni Auto Roma vi toglieremo ogni dubbio leggendo questo paragrafo.

Per poter rottamare un veicolo occorrono necessariamente determinati documenti tra cui alcuni legati alla persona e alcuni al veicolo.

Andiamo a vedere i documenti necessari per rottamare un’auto:

  • Documento di identità valido
  • Carta di circolazione
  • Certificato di proprietà
  • Targhe del veicolo da rottamare

Qualora non siate gli intestatari del veicolo sappiate che la prassi è differente, se volete scoprirne di più vi consigliamo di leggere l’articolo Che documenti servono per rottamare un’auto?.

 

Call Now Button